Palazzo Pirelli

Esibisce finestrature classiche con bel portale e loggia barocca al fronte che s’affaccia sul Duomo. Su Via De Pace si apre l’antico portale cinquecentesco catalano-durazzesco.
Da vedere l’interessante soffitto dell’antico ingresso del palazzo che, trasformato dall’800 in locale farmacia, il cui arredamento è sopravvissuto per le amorevoli cure degli attuali proprietari Arlotta-Provenzano, conserva la originale decorazione lapidea a festoni, con formella centrale in chiave mitologica e mascheroni raffigurante la dea Minerva armata col gallo sacro e la Fortuna con il corno dell’abbondanza ed il timone.
Appartenne alla nobile famiglia Pirelli estintasi con Pasquale nel XVIII secolo.

 

Testo originale – Elio Pindinelli
Traduzione in lingua inglese a cura di Rocco Merenda